Arc’teryx 24 – L’evoluzione verso il volo, tra città e running

Il tema del mash-up, la commistione di stili per crearne uno nuovo, mi è particolarmente caro. Probabilmente perché, nella maggior parte dei casi, sono prodotti innovativi, stimolanti o con un nuovo posizionamento. Questo approccio l’ho trovato anche nella linea “24” di Arc’teryx.

Chi l’ha detto che solo l’abbigliamento tecnico dev’essere comodo?

La casa dell’archeotterige (il più antico uccello conosciuto, parliamo di 150 milioni di anni fa), famosa per l’abbigliamento outdoor, propone prodotti urban, per tutti i giorni, che traggono beneficio dall’uso di materiali tecnici. In realtà sono veri prodotti tecnici ma con uno styling cosmopolita. Parlo di giacche in Gore-Tex, vestiti e pantaloni con un fit rilassato, t-shirt e camicie adatte all’uso di tutti i giorni.

[nggallery id=177]

Chi l’ha detto che solo l’abbigliamento urban dev’essere bello?

Il viceversa vale sempre. La contaminazione estetica arriva all’abbigliamento tecnico che non è più solamente funzionale ma diventa bello. Fino a produrre, nella linea femminile, un vestitino da running o una gonnellina con pants integrati.

[nggallery id=178]

Sul piano cromatico Arc’teryx propone una palette originale con grafiche molto minimaliste.

L’essenzialità è sempre preferita all’urlo, anche nei mash-up.

Tutto il mondo di Runaway su Pinterest. Scoprilo!

 

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.