InsideOutside/IndoorOutdoor

Articoli correlati

Quando l’obiettivo di correre forte incontra i 30 anni

La passione e il rapporto "d'amore" con la corsa ti fanno andare oltre i tuoi limiti. Ecco cosa significa essere velocisti a trent'anni.

I motivi per assumere un runner

Un bel contributo di Giulia Panna che, oltre a essere una runner, si occupa di risorse umane. È una bella riflessione - scritta in linguaggio "tecnico" - sulle caratteristiche che hanno molti runner e che sono utili nel lavoro e nella vita.

Il ritiro in gara. Guida – semiseria – per accettazione e superamento

Può succedere di ritirarsi durante una gara e non è un gran problema. Capita a tutti, anche a Sara che però, in questo caso, ci scrive la sua guadi per superare l'evento.

Come un giorno ho cominciato a respirare, correndo

L'asma può impedirti di correre? Per lei non è stato così.

Tempo di lettura: < 1 minutoCi hanno chiesto quale sia la differenza fra la corsa in palestra su treadmill e all’aperto. Qui si è sempre molto poco tecnici e piuttosto umani. Questa volta siamo quasi poetici o immaginifici. La differenza – quella che è per lui la differenza – la descrive Andrea Morgante, un amico, un architetto/designer e un runner che corre per le strade di Londra. E in palestra, ogni tanto. 

 

“Fuori” {All’aria aperta}
“Dentro” {Sul tapis-roulant, della palestra vicino a casa}

Corro fuori per non pensare a nulla
Corro dentro per analizzare i numeri
Corro fuori per respirare il mondo e l’odore delle strade
Corro dentro per dare tregua alle ginocchia
Corro fuori per dare tregua ai pensieri
Corro dentro perché non ho ancora trovato la giacca impermeabile perfetta
Corro fuori perché ogni metro è irripetibile
Corro dentro per allenarmi
Corro fuori perché una buona dose di vitamina D non fa mai male
Corro dentro perché a Londra e’ tutto piatto
Corro fuori perché col freddo si corre più veloci
Corro dentro per maledire con soddisfazione ogni secondo sul display
Corro fuori perché quando fa caldo si corre anche con la pelle
Corro dentro, a volte pensando di correre fuori da qualche parte

Andrea Morgante, runner

Altri articoli

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Il latte di mandorla siciliano

Sorseggiato con del ghiaccio sotto il patio e un libro in mano guardando le onde. Ecco la vera Estate siciliana

L’alimentazione dopo l’allenamento

In che maniera e con cosa bisogna alimentarsi dopo un allenamento? Vediamo nel dettaglio come gestire l'allenamento anche nell'alimentazione

Il caldo può farti correre meglio

Correre con il caldo non è solo un ottimo allenamento mentale ma anche fisico: ecco perché, secondo la scienza

Brooks Glycerin 18, missione morbidezza e protezione

Più morbide, più leggere, sempre reattive e versatili: ecco la 18a versione delle Brooks Glycerin

Wilson Kipsang squalificato per 4 anni

Dopo le indagini, la sentenza: quattro anni di squalifica per Wilson Kipsang

Basta pancia! Ecco come farla diminuire in poche mosse

Come diminuire la pancia? Con la triade: alimentazione, allenamento e recupero/riposo. E qualche accorgimento.

Correre fa bene alla memoria, migliora come pensi, ti rende felice

Nuove ricerche confermano che correre non solo fa bene al cervello ma aumenta le capacità mnemoniche e quelle motorie

Scelti dalla redazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

Vegan Banana Bread

Conoscono tutti il Banana Bread e di sicuro anche tu. È un pane alla banana tipico statunitense composto da purea di banana. Quella che...

Gli effetti del caldo sul corpo

Cosa succede al tuo corpo quando fa caldo? RunLovers te lo spiega.