Il Fartlek

Articoli correlati

Aumentare distanza e velocità

In questo nuovo episodio di Fuorisoglia esploriamo le tecniche di allenamento per migliorare due aspetti chiave che chi vuole affrontare gare deve affinare: la distanza e la velocità

Economia di corsa: l’importanza del gesto e della tecnica

È il modo migliore per andare più veloce e con meno fatica e si riassume in un solo concetto: migliorare l'economia di corsa.

Lo stretching della morte

Un semplice (ma un po' doloroso) esercizio di stretching sembra avere un'efficacia notevole nella prevenzione degli infortuni, specialmente di quelli che riguardano le ginocchia

L’importanza del riscaldamento

Il riscaldamento prima di correre ti dà benefici sia fisici che mentali. Per questo è importante farlo!
RunLovers
Ognuno corre come vuole, semplicemente, naturalmente. Semplicemente, naturalmente, Runlovers parla di cosa si parla quando si parla di corsa.

Tempo di lettura: 2 minutiOggi parliamo del Fartlek e di come possiamo servircene al meglio.

È una tecnica di allenamento che risale ad anni or sono, quando i “pionieri del running” svedesi lo macinavano alla grande nei loro sperduti boschi. Ma non spaventatevi, non occorre essere in mezzo ad un “paradiso naturale” nordico: lo possiamo usare anche per strada, ovunque direi.

Se preparate una 10 km una 21 o anche una 42 comunque non potrete farne a meno perché questo tipo di allenamento sostituisce in maniera perfetta le ripetute.

Facciamo un esempio: se corriamo  i 10 km a 6’/km cercheremo di correre un fartlek ad andature di 5’30/km nei tratti tirati e a 6’ nei tratti di recupero attivo.

Tabella da seguire nella preparazione di una gara da 10Km:

Durata della sessione: 49’
Ripetizione: 4’ tirati + 3’ di recupero attivo (correndo) x 7 ripetizioni

La stessa regola l’applichiamo per chi corre i 10 km a 5’ (andatura dei 4’ a 4’30”/km e recupero di 3’ a 5’/km e così via per un totale di di 42’). Idem per chi fa i 10 km a 4’ (Correre 4’ a 3’30”/km + recupero di 3’ a 4’/km per un totale di 35’).

Ovviamente il tutto deve essere eseguito dopo una fase di riscaldamento di almeno 20’ tra corsa e esercizi posturali con abbondante stretching.

Oggi ho portato l’esempio per preparare una 10 km e migliorare la velocità di percorrenza al km, ovviamente è indicativo, dovremmo come sempre conoscere perfettamente la nostra soglia.

Inseritelo una volta alla settimana per chi fa almeno 3 allenamenti, per chi si allena 5/6 giorni lo può inserire due volte a distanza di 2/3 giorni tra una sessione e l’altra.

Provatelo!!! Se già lo fate, adattate le andature e modificate i minutaggi: si potrebbe arrivare a fare delle serie tipo (7/6/5/4/3/4/6/7) a varie andature… Il risultato è favoloso per la performance!

Se volete farmi domande, vi ricordo al mail (coach@runlovers.it).

Grazie a voi tutti ed alla prossima….

Paolo
Paolo Negrini, 40 anni poco più, Tecnico di Atletica Leggera (Fidal), Mental Coach (AICP), Preparatore Atletico (Atletica leggera, Rugby, Canoa, Tennis, Calcio), Coach Sportivo; ho vestito la maglia “azzurra” con il Duathlon in 4 occasioni (2 Campionati del Mondo e 2 Campionati Europei), maratoneta da 2h29′ (5000 in 15.25 – 10.000 in 30.55 – 21,097 in 1h09’48” – maratona 2h29’10”). Campione Regionale Veneto Assoluto di Mezza Maratona per 2 volte. Nella mia carriera agonistica ho fatto 45 primi posti in varie gare (strada – pista – cross), 32 secondi posti, e quasi altrettanti terzi.

(©iStockphoto.com/warrengoldswain)

Altri articoli

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Il latte di mandorla siciliano

Sorseggiato con del ghiaccio sotto il patio e un libro in mano guardando le onde. Ecco la vera Estate siciliana

L’alimentazione dopo l’allenamento

In che maniera e con cosa bisogna alimentarsi dopo un allenamento? Vediamo nel dettaglio come gestire l'allenamento anche nell'alimentazione

Il caldo può farti correre meglio

Correre con il caldo non è solo un ottimo allenamento mentale ma anche fisico: ecco perché, secondo la scienza

Brooks Glycerin 18, missione morbidezza e protezione

Più morbide, più leggere, sempre reattive e versatili: ecco la 18a versione delle Brooks Glycerin

Wilson Kipsang squalificato per 4 anni

Dopo le indagini, la sentenza: quattro anni di squalifica per Wilson Kipsang

Basta pancia! Ecco come farla diminuire in poche mosse

Come diminuire la pancia? Con la triade: alimentazione, allenamento e recupero/riposo. E qualche accorgimento.

Correre fa bene alla memoria, migliora come pensi, ti rende felice

Nuove ricerche confermano che correre non solo fa bene al cervello ma aumenta le capacità mnemoniche e quelle motorie

Scelti dalla redazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

Vegan Banana Bread

Conoscono tutti il Banana Bread e di sicuro anche tu. È un pane alla banana tipico statunitense composto da purea di banana. Quella che...

Gli effetti del caldo sul corpo

Cosa succede al tuo corpo quando fa caldo? RunLovers te lo spiega.