Garmin Forerunner 610, made for runners

Per chi ha poco tempo, comincio dalla fine: il Garmin Forerunner 610 è lo stato dell’arte per quanto riguarda i cardio-GPS nel running. Non c’è molto da discutere in merito: siamo in presenza (una presenza che incute anche un certo rispetto) di un terminale che quanto a completezza di funzionalità è probabilmente la miglior scelta possibile.

Ma partiamo dall’inizio, l’ho già detto: scegliere un cardiofrequenzimetro GPS può essere un’impresa davvero molto difficile, ti devi districare tra un sacco di funzionalità ed è molto più semplice partire dalle tue necessità che da un’analisi di ciò che offre mercato. Io non sono un runner professionista e – lo ammetto – le mie necessità non sono così complicate e quando ho ricevuto in prova il 610 ero un po’ intimorito dal numero di funzionalità e possibilità che dà questo device ma, da bravo italiano, ho messo da parte il manuale d’uso dopo le prime due pagine. L’ho messo in carica e indossato.

Estetica e usabilità

L’estetica del prodotto è indubbiamente bella. È un orologio, tutto nero con alcuni dettagli in blu-Garmin, solo un po’ più grande della media: sa farsi notare ma non urla. Appena messo al polso, la sensazione è di grande solidità ma anche di un peso non proprio “piuma”. Tre tasti semplici: illuminazione, start/stop e reset. E tutti gli altri? Non ci sono: è touchscreen.

Lo schermo è reattivo al tocco e non mi sono mai capitate “pressioni sbagliate”. Molto intuitivo all’uso, sia nella navigazione tra i menu che nelle impostazioni. Quando si è in corsa, facendo “tap” sullo schermo si naviga tra le diverse schermate con le informazioni.

Funzionalità

È completo. Punto. Probabilmente avranno rinchiuso i progettisti Garmin in una stanza per mesi a spremersi il cervello per metterci dentro tutte le informazioni che servono. Seriamente, la sensazione è che il Forerunner 610 sia stato pensato da un runner, pensando ai runner. Non mi soffermo a descrivervele tutte ma vorrei mettere l’accento su due funzionalità particolari.

La parte seria: gli allenamenti

Quando hai delle tabelle da seguire non è facile ricordare sempre tempi/passi/ripetizioni/percorrenze. Il 610 lo fa per noi. Un beep accompagnato da una vibrazione – sì, vibra come i telefoni – ci ricorderà il momento di accelerare (o rallentare) e ci dirà che passo dobbiamo tenere, avvertendoci quando siamo troppo veloci o troppo lenti. Ovviamente l’allenamento lo possiamo impostare dal Garmin Connect o direttamente nel Forerunner in modo davvero intuitivo.

La parte ludica: Virtual Racer e Virtual Partner

Vuoi gareggiare contro te stesso? Contro una prestazione che hai già fatto? Basta selezionare il Virtual Racer e iniziare a correre. Il Forerunner di dirà in tempo reale se sei davanti o dietro te stesso. Vuoi invece correre a un passo preciso come se avessi un pacer professionista che corre con te? Imposti il Virtual Partner. È divertente ma anche molto utile: aiuta a mantenere passi regolari e a superare i propri limiti. E ci si diverte pure.

Un’altra delle caratteristiche principali del Forerunner è l’elevata “configurabilità” (esiste in italiano). Quando si corre, lo schermo può essere diviso in 1, 2, 3 o 4 zone nelle quali visualizzare i dati che preferiamo. Probabilmente, nella visualizzazione a 4 aree, le informazioni non saltano subito all’occhio ma – una volta fatta l’abitudine – basta un’occhiata per leggere qualunque dato (davvero QUALUNQUE). Ma non è che ci si limita a una schermata fissa. Ce ne sono molte e ci si naviga con la semplice pressione del dito sullo schermo. Zero distrazioni, tante informazioni.

Se volete avere una carrellata completa sulle funzionalità, date un’occhiata alla playlist YouTube dedicata al Forerunner 610.

GPS e Cardio

L’aggancio del segnale GPS è incredibilmente veloce. Se il Forerunner 210 impiega 2 minuti, il 610 ci mette 30 secondi. Sempre preciso e affidabile in ogni condizione d’uso. Non c’è molto da dire perché funziona tutto alla perfezione. La sezione cardio è allo stesso livello: la fascia premium rimane sempre stabile e non c’è alcun “salto” di frequenza cardiaca.

Software & Accessori

Il collegamento con il computer è tramite connessione ANT+, molto facile e trasparente all’utente. I dati passano al sito Garmin, nella nostra area MyConnect, e sono visualizzabili con una grande completezza di informazione. Sul lato accessori, il Garmin Forerunner 610 è totalmente e assolutamente ANT+. Ci si può collegare quasi qualunque accessorio che utilizzi questa tecnologia, dalla bilancia al monitor frequenza pedalata per la bici.

E per i triatleti?

Il lato negativo di questo Cardio-GPS è che non è utilizzabile in acqua. Ovviamente resiste alla pioggia e alla doccia ma non lo potrete usare in piscina o in acque libere. Il triatleta dovrà necessariamente orientarsi verso i suoi cugini Forerunner 310XT e 910XT. Per il duathlon invece il 610 funziona abbastanza bene, è facile passare tra il running e il ciclismo (basta tenere premuto il tasto reset) ma il display di dimensioni contenute non è l’ideale per la lettura sul manubrio.

In conclusione

Il Garmin Forerunner 610 è il device ideale per il runner. Compatto, bello esteticamente e – soprattutto – completo. Il prezzo non è certamente popolare: va dai 315€ nella versione senza fascia cardio ai 360€ della versione completa però – personalmente – ritengo che l’esborso sia giustificato da un oggetto di grandissima qualità.

[Update] ATTENZIONE: il nostro utente Bebo ci ha segnalato un problema di “corrosione” alla cassa posteriore in alcuni esemplari come scritto nel forum Garmin e come potrete vedere in questo video.

Pro
  • Estetica
  • Grande configurabilità
  • Esteticamente gradevole
  • Semplicità d’uso
Contro
  • Non utilizzabile in acqua
  • Corrosione del retro della cassa in alcuni esemplari

Voto finale: 8

Altri articoli come questo

10 COMMENTS

  1. E dei problemi di corrosione della cassa non ne parlate ? E dell’assoluta imprecisione del GPS ? Del fatto che Garmin abbia sostituito più FR610 in garanzia di qualsiasi altro orologio ? Questo prodotto lanciato 1 anno e mezzo fa per sostituire l’ottimo FR310 e’ stato un flop, un prodotto scadente dal prezzo esagerato. Comprato e rivenduto dopo 6 mesi, lasciate perdere non buttate i soldi.

    • Abbiamo provato il Forerunner 610 per due mesi con una media di circa 4 uscite a settimana e non ha evidenziato nessun problema di corrosione della cassa. È abbastanza normale che i prodotti vengano modificati durante la commercializzazione – evidentemente Garmin era a conoscenza della criticità – poi, se il problema si verifica successivamente, non sono in grado di dirtelo però la prova è stata certamente intensiva e approfondita. Il FR310 è un ottimo prodotto, ancora in produzione, però non penso sia in concorrenza con il 610, semmai con il nuovo 910XT. La tua critica è comunque puntuale, evidentemente ti sei trovato male ed è giusto esprimere anche le voci contrarie. :)

    • Comunque il Garmin FR 610 non ha sostituito nessun Garmin FR 310, magari lo ha affiancato….sull’imprecisione del segnale GPS parliamone…nessun GPS al mondo ha una precisione pari al 100%, lo standard di utti i GPS ad uso civile impone una tolleranza fino al £% e per quanto mi riguarda, l’imprecisione del forerunner 610 è AMPIAMENTE nei parametri.
      Per quanto riguarda il difetto di corrosione concordo, avrebbero potutto studiare meglio il materiale con il quale hanno costruito il fondo cassa ed evitare questo spiacevole difetto.
      Io da parte mia sono molto soddisfatto, aggiungo che il mio “parco GPS” è composto da:
      1 Garmin FR 610
      1 Garmin FR 310XT
      1 Polar RS800 con GPS
      1 Timex Run Trainer GPS
      1 Timex Global Trainer GPS
      In merito alla precisione del GPS di questi strumenti, posso dire che stesso identico percorso fatto sulla distanza di 11,700 km, ognuno segna una diversa distanza (ovviamente poche decine di metri), qual’è quella giusta?

  2. Forse il tuo esemplare e’ stato fortunato oppure hai una sudorazione molto leggera ma come puoi leggere dal forum ufficiale Garmin il problema della corrosione della cassa rimane:

    https://forums.garmin.com/showthread.php?19708-Forerunner-610-s-Metal-Back-Turns-Skin-Green/page6

    Ecco un video del problema:

    http://www.youtube.com/watch?v=YRbcmyooe7w&feature=youtube_gdata_player

    Per quanto riguarda la precisione del GPS prova a fare lo stesso percorso 4 o 5 volte: io ho riscontrato differenze anche superiori al 10% !

    • Sul GPS sinceramente non so che dirti. Il FR610 (ovviamente con l’ultima versione del firmware) si è dimostrato molto affidabile e preciso tanto che non ho mai visto in un cardio-GPS una tale velocità di aggancio satelliti e precisione nel chilometraggio: sullo stesso percorso da 10 km c’era una tolleranza di una decina di metri. Penso sia più che accettabile (1%).

      Per quanto riguarda invece la corrosione della cassa, aggiorno l’articolo con la tua segnalazione. Grazie mille!!!! :)

  3. Purtroppo concordo con Bebo, per quanto riguarda la corrosione. Io l’ho acquistato appena uscito e dopo pochissimo tempo si è prima cancellata la serigrafia dietro la cassa e contestualmente riscontravo presenza di ossido e corrosione in vari punti. Veramente un gran peccato, dopo la bellissima e precedente esperienza con un FR205. La Garmin farebbe una gran bella mossa richiamare e/o sostituire tutti quegli esemplari rovinati.

  4. @PierLuigi : se è ancora in garanzia e lo porti ad un centro Garmin te lo sostituiscono ( tempo di attesa 3 settimane ) integralmente , te ne danno uno nuovo di palla con tanto di scatola.
    Io l’ho fatto 2 volte poichè anche il secondo mi si è corroso….il terzo che mi hanno dato essendo nuovo l’ho a quel punto rivenduto praticamente a prezzo di negozio :-)

  5. Sostituzione in garanzia dopo 9 mesi passati in controlli vari ed indecisione sul da farsi. L’ho riportato col difetto che il GPS segnava costantemente circa il 10% in meno sul percorso effettuato. Inefficace l’aggiornamento del software, ma nessuna corrosione della cassa. Una volta avuto quello nuovo, il GPS funzionava egregiamente, ma la cassa si è ossidata e sbollata rapidamente nel giro di 2 mesi in modo orrendo. Si sono ossidati anche i pulsanti. Adesso l’ho riportato indietro ed attendo la sostituzione. E’ evidente che siamo di fronte a produzioni diverse anche nei materiali… di qui il facile rimpiazzo col nuovo. Credo che non ci sia molta serietà nel costruire un prodotto che poi così economico non lo è.

  6. Io ho un altro tipo di problema…quando vado a resettare…e appare..3..2..1…0…non mi riparte subito e chiaramente. ..in sede di ripetuta..è un gran problema perché deconcentra…non so che fare…aiutatemi a risolvere il problema. ..p.s.prima non era mai sucessò! Grazia Evangelista

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.