Anton Krupicka, l’essenza della corsa

Articoli correlati

I 6 trucchi di un trail runner fortissimo per correre meglio e più veloce

Sei consigli da un fortissimo ultratrail runner per correre meglio e più forte in montagna. Utilissimi anche in piano

Nike Pegasus Trail 2 – Evoluzione della specie

Nike Pegasus Trail 2 era una scarpa molto attesa per almeno due motivi: il primo è che la sua versione precedente (Pegasus 36 Trail)...

New Balance Fresh Foam More v2 e Trail v1: do more

Su strada e fuori strada: New Balance presenta due importanti novità che promettono ammortizzazione, sicurezza e leggerezza

Le novità di La Sportiva per il trail running 2021

Nello spirito de La Sportiva c'è la montagna, così come nella sua collezione da trailrunning per il 2021
Giacomo Gobbo
Giacomo Gobbo (detto Jack Lucarelli): di giorno veste i panni di un comune impiegato del catasto (o qualcosa del genere), uscito dal luogo di lavoro si cambia all'interno di una cabina telefonica e veste i panni di un Runner. L'avvento dei cellulari gli ha complicato enormemente la vita in quanto non trova più cabine all'interno delle quali cambiarsi. E i parcheggi delle aree di servizio sono luoghi per scambisti quindi l'operazione risulta essere altamente pericolosa. Ogni tanto parte in missione per conto di diomede, suo vicino di casa, e va a correre maratone e gare di trail di lunghezza spropositata. Ha un'insana passione per le storie sulla corsa e tende a riproporle, anche qui dentro, conciliando il sonno del pubblico.

Tempo di lettura: 2 minutiSe per caso doveste trovarvi a fare un giro tra le montache di Boulder, in Colorado, potreste imbattervi in una specie di Gesù Cristo vestito (poco a dire il vero) da runner. O meglio da TrailRunner. Niente paura, non è l’altitudine che vi gioca dei brutti scherzi, semplicemente vi siete imbattuti in Anton Krupicka uno dei più forti e carismatici ultratrail runners americani.

10.000 km all’anno, più di una maratona al giorno.

Incontrare Krupicka non dev’essere particolarmente complicato, i suoi allenamenti sono costanti e le distanze da lui percorse veramente notevoli. Il contakilometri annuale di questo fenomeno supera i 10.000 km annui con una media, nelle settimane di carico, di circa 43 km al giorno.
Considerando queste distanze viene spontanea una riflessione: con la vostra auto, in un anno, quanti km fate?

Grandi risultati.

Con una mole di allenamento del genere, unita ad un talento di tutto rispetto, non potevano mancare i risultati. Dall’inizio della sua carriera Krupicka ha vinto tre delle più prestigiose 100 miglia americane arrivando secondo, nel 2010, a quella che, con tutta probabilità, è la gara di riferimento tra gli ultratrail statunitensi e mondiali: la Western States Endurance Run.

La parola d’ordine è minimalismo.

L’approccio di Krupicka con la vita e con il mondo della corsa è decisamente minimalista. Spesso lo si vede ritratto mentre corre a torso nudo, vestito solo con dei pantaloncini corti e con delle scarpe dalla struttura il più scarna possibile. Molte volte, delle scarpe, fa anche a meno. Ha raccontato infatti che in almeno tre sedute di allenamento settimanali corre a piedi nudi per qualche miglio. E’ una soluzione che lo gratifica e che gli da modo di rinforzare piedi e caviglie. Un allenamento nell’allenamento.

New Balance Minimus.

Il messaggio di Krupicka, rendere la corsa il più semplice e naturale possibile, non è fortunatamente passato inosservato tra i produttori di scarpe da running. E’ stato così per New Balance che ha lanciato una collaborazione con il trail runner del colorado dalla quale è nata la serie di scarpe denominata Minimus. Una serie di calzature la cui filosofia è incentrata sul concetto di barefoot, ovvero la corsa a piedi nudi. RunLovers ha già avuto modo di testare con grande soddisfazione il modello 1010 recensito in questo articolo.

Il contatto con la natura.

E’ evidente che questo personaggio non è un tipo qualunque. Il suo aspetto, i suoi allenamenti e la ricerca costante di un’esperienza di corsa sempre più immersa nella natura lo rendono un atleta davvero affascinante oltre che una fonte di ispirazione per tutti i runners.
L’inverno è alle porte, armiamoci di spirito naturalista e, come Krupicka usciamo fuori a vivere il mondo che ci circonda. Potremmo trovare una giornata di sole o sentire le gocce di pioggia sulla pelle. Respirare l’aria fredda del primo mattino e della sera oppure muovere i nostri passi incerti su una coltre di candida neve. Poco importa, c’è da correre e ci sono nuove esperienze da vivere e da condividere. Siete pronti ad immergervi ogni giorno in una nuova esperienza di corsa ?

Altri articoli

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Cosa c’è per cena? Il banana bread

Inizia una nuova rubrica che parla di cibo non solamente dal punto di vista nutritivo ma anche come appagamento dopo un allenamento, e risponde alla domanda "cosa c'è per cena?"

Corri con un pacer virtuale

Ghost Pacer è un prodotto che sfrutta degli occhiali a realtà aumentata per farti correre con un pacer virtuale

Corriamo per andare più lentamente

Sembra un paradosso ma lo è fino a un certo punto: quando corriamo andiamo più veloci ma in realtà vogliamo rallentare per riappropriarci del nostro tempo.

Io, Charlene e lo specchio di Biancaneve

Questo duemilaventi, podisticamente parlando, non è stato di sicuro ricco di cose da ricordare, almeno per quel che mi riguarda. La situazione mondiale e...

Correre in sicurezza

Sono poche regole e servono a correre sempre in sicurezza. Per evitare spiacevoli inconvenienti

La mezza di Monza si correrà, davvero

Dopo mesi di cancellazioni, la Ganten Monza21 Half Marathon si farà. Le iscrizioni sono aperte

Come correre nel caldo davvero caldo

C’è il caldo e c’è il caldissimo: ecco i consigli di un atleta per correre con il caldo caldissimo

Scelti dalla redazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

Aumentare la velocità nella corsa

Correre più veloce è insito nell'uomo. Se una volta lo facevamo per cacciare, ora è puro spirito di miglioramento. Ecco i metodi per aumentare la velocità.

Correre in gravidanza: rischi e benefici da conoscere

Attenzione: questo articolo vuole solamente fornirti delle indicazioni generali per introdurre un argomento su cui riceviamo molte domande. Poiché siamo tutte diverse, il consiglio...