Ma la tecnica shiitake la conosci, o tu RunLover?

CONDIVIDI

Ti ho fregato! Pensavi che fosse una tecnica con ripetute, eh? Una tabella sensazionale proveniente dal Giappone? No. La tecnica shiitake consiste nel mettere a mollo i funghi omonimi :-P

Metti in ammollo i funghi shiitake e poi saltali in padella, condisci, metti nei primi piatti, nei secondi e pure nelle insalate. Con i funghi shiitake puoi fare davvero tantissime preparazioni; tutte buonissime d’accordo ma perché comprarli? Perché gli shiitake sono dei funghi medicinali che fanno bene alla tua salute e di conseguenza alle tue corse. Li trovi facilmente nei biologici o negli etnici e una volta provati te ne innamorerai per non lasciarli mai più. C’è un solo e vero segreto per essere giovani, belli, in forma e sani: mangiare bene e fin qui lo sappiamo tutti. Aggiungerei, se posso permettermi, un piccolo sottotitolo: mangiare orientale, anche. Il perché ho tentato di spiegarlo qui in poche righe.

  • Il cibo deve prima nutrire l’anima
  • Pochi fritti, molto vapore, tanto pesce, poca carne

Le verdure sono alla base della cucina orientale, soprattutto giapponese, e hanno un ruolo predominante. La carne c’è ma deve essere misurata. Quello che non può mai mancare è la presenza delle verdure, delle alghe e del riso. E anche degli shiitake, sì. Il nome deriva da shii che è una varietà di castagno e take che che significa letteralmente fungo. Il primo potere indiscusso è quello di abbassare i valori del colesterolo grazie a un aminoacido contenuto all’interno, ma ciò per cui è davvero famosissimo è la capacità di rafforzare il nostro sistema immunitario; ecco perché in Oriente -e nella medicina cinese- viene considerato un vero e proprio alimento curativo.

Integratore naturale

Lo shiitake è presente negli integratori capaci di potenziare il sistema immunitario come dicevo pocanzi ed è per questo che l’uso in cucina può solo dare infiniti giovamenti. Tra l’altro ha un sapore ottimo e ci puoi fare delle colazioni salate energizzanti di tutto rispetto prima delle tue corse; del tipo che se fai una bella frittatona (anche solo di albumi) con degli shiitake al mattino vedrai che energia! Come in tutto -è quasi inutile ribadirlo ma lo faccio- il consumo deve essere inteso come “uso continuo”, soprattutto perché si parla di naturale e occorre un percorso regolare e frequente.

Provali perché ti stupiranno.

 

 

 

CONDIVIDI
Si dice che, all'inizio, Lewis Carroll avesse scelto lei e che il romanzo si intitolasse Maghetta nel Paese delle Meraviglie ma lei, volendo rimanere nell'ombra per continuare i suoi progetti di conquista del mondo, rifiutò la parte di protagonista per lasciarla a quella sciacquetta di Alice. Dalle pendici dell'Etna, Maghetta cucina, fotografa, disegna e continua a progettare la conquista del mondo; infatti le sue giornate durano circa 144 ore (12 al quadrato). Per reggere questi ritmi infernali corre tutti i giorni almeno per un'ora, poteva essere altrimenti? Ha pubblicato per Mondadori "Le ricette di Maghetta Streghetta", best seller in cima alle classifiche nelle categorie: gnomi da giardino, unicorni e cani retriever. Ti consigliamo di comprarlo - seriamente: è in cima alla classifica "cucina per le feste" - e di leggerla; il ricavato andrà all'AIRC quindi avrai un bel libro e contribuirai alla ricerca!

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here