GoRunLA, Week 15!

Che scarpe scegliere per il gran giorno? Come allentare la tensione? No, non parliamo di un matrimonio ;)

CONDIVIDI

Gli allenamenti di questa settimana quasi terminata sono stati prevalentemente di rifinitura e mirati a mantenere il fisico nella giusta condizione. Nella Mezza Maratona del Giudicato corsa domenica 5 sono riuscito a rientrare nei tempi che mi ero prefissato e posso quindi continuare a pensare che l’obiettivo delle 3h15′ in maratona sia alla mia portata. Ho corso con le Skechers Forza, anche se avevo avuto in mente di provare le GoMeb, ma all’ultimo momento ho abbandonato la scelta perché, anche se la mezza maratona non è una distanza lunghissima (qualche anno fa avrei detto che era una distanza infinita, rendiamoci conto di come la mente umana possa ragionare in certi casi, è davvero tutto relativo!), ho ritenuto fosse meglio correrla con le scarpe che ho scelto per affrontare la Skechers Performance Los Angeles Marathon il 19 Marzo prossimo. Mancano meno di dieci giorni, e poter valutare se anche andando ad un passo più svelto rispetto a quello previsto le scarpe potessero essere la marcia in più su cui contare per la gara è stato un ottimo indicatore sia per il fisico che per la testa. Diminuire il chilometraggio e l’intensità degli allenamenti (lo scarico – che brutta parola) è la fase più delicata della preparazione, e quindi in questi giorni ho cercato di attenermi ancora più scrupolosamente alle indicazioni di Charlene, la mia tabella di allenamento. Una cosa che mi ha regalato una serenità inaspettata e che mi è spesso tornata in mente mentre mi allenavo è stato l’incontro che ho avuto con Loris Cappanna al termine della gara di Oristano.


Loris aveva appena vinto il titolo di Campione Italiano di Mezza Maratona per atleti non vedenti. Non sono certo di poter ben descrivere l’emozione che si prova a parlare con una persona come Loris di quella che, per me che ho la fortuna di vedere dove vado e cosa faccio, è da considerare un’impresa davvero incredibile. Ho avuto la fortuna di correre con Antonello la scorsa estate, e so quanto sia facile fare una corsa insieme e quanto la strada sia in realtà da sentire, più che da vedere, ma ogni volta che mi capita di incontrare uno di questi incredibili uomini o donne (prima che atleti/e) mi accorgo di quanto la disabilità maggiore stia soltanto nel modo di affrontare le cose. Loris e Matteo (la sua guida) mi hanno fatto gli auguri per Los Angeles. Le cose in terra americana non possono quindi che andare nel migliore dei modi, in qualunque modo vadano. Spero di incrociare nuovamente con loro la mia strada.

Ecco gli allenamenti che Charlene prevede per l’ultima settimana, la sedicesima:

Week 16
Martedì 10′ riscaldamento + 50′ corsa a passo medio + defaticamento e stretching
Mercoledì 10′ riscaldamento + 50′ corsa a passo medio + 5 allunghi da 100 metri con recupero di 1’ + defaticamento e stretching
Giovedì 10′ riscaldamento + 30′ corsa a passo lento + defaticamento e stretching
Domenica ORE 6.55 (14:55 in Italia): Three, Two, One, GO RUN L.A.!!!

Al prossimo venerdì, penultimo appuntamento con il racconto a puntate di questa (per me almeno) incredibile avventura! #GoRunLA !!!

CONDIVIDI
Pietro corre, sempre. Anche due volte al giorno. Si narra che, a causa di tutte le scarpe che ha consumato, i negozi specializzati gli stendano un tappeto rosso per favorire il suo ingresso tra squilli di trombe e urla di tripudio. Pietro è una persona meravigliosamente incoerente: prende la corsa con serietà ma ci scherza su; ama la Sardegna e gli manca la Norvegia. Pietro racconta in modo stupendo la corsa vissuta da uno che la pratica con amore viscerale, e questa è la cosa più importante.

2 COMMENTI

  1. Ciao Pietro,
    Ti ringrazio di cuore per questa bellissima condivisione, che mi rende ancora più speciale il ricordo dell’avventura di Oristano.
    Personalmente, è stata la prima gara da agonista, il concluderla è stata la mia vittoria, averti potuto augurare di persona una grande gara a LA è stata la ciliegina sulla torta…
    Sarà ora bello vedere come andrà quest’ultima settimana e l’avventura finale! 🤞🤞🤞💪💪💪🏃🏃🏃

    • Grazie mille Andrea!
      E’ stato un grande piacere incontrarti! Spero di avere una bella storia da raccontare domenica prossima! :)

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here