Diadora Blushield, alla ricerca dell’equilibrio

Diadora introduce una tecnologia che si adatta al piede per correggerne le naturali asimmetrie

CONDIVIDI

Lo sai che il nostro corpo non è perfettamente simmetrico? Apparentemente siamo identici rispetto al nostro asse verticale ma se potessi photoshopparti cancellando la tua parte sinistra per poi specchiare al suo posto quella destra troveresti qualcosa che non torna. Per alcuni le differenze sono infinitesime ma per altri si notano, eccome.

L’idea delle nuovissime Diadora Blushield nasce da questa osservazione: perché non usare la tecnologia per “correggere” queste naturali asimmetrie e permetterti di correre in una condizione di perfetto equilibrio? Nelle intenzioni di Diadora, le Blushield infatti si adattano al piede e alle sue “imperfezioni” (che sono naturalissime, intendiamoci) grazie alla base Morpho e garantendo comfort e ammortizzazione.

Diadora Blushield minimizza insomma la tendenza asimmetrica dei piedi e trasforma l’appoggio irregolare in una corsa bilanciata, non trascurando assorbimento ed elasticità, secondo quanto dichiarato dal marchio veneto.

 

 

CONDIVIDI
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here