Innovazione e tradizione in equilibrio perfetto: Puma Ignite Disc

CONDIVIDI

Una tecnologia attualissima (Ignite) e una di 25 anni fa (Disc) possono convivere insieme? Sì, se parliamo delle Puma Ignite Disc.

Ciò che colpisce di più è indubbiamente l’equilibrio e il bilanciamento delle componenti tomaia/allacciatura/intersuola che, collaborando insieme, rendono queste scarpe ottime per ogni tipologia di lavoro, dalle ripetute ai lunghi.

Con un drop (il differenziale tra tacco e punta) di 12 mm e un peso di 312 grammi, questo prodotto dà subito una buona confidenza nella corsa e – dopo un breve rodaggio di qualche decina di chilometri – il feeling migliora ulteriormente.

Chiaramente, come potrai immaginare, l’elemento che colpisce di più è l’allacciatura Disc che – grazie a dei cavi nascosti sotto alla linguetta – permette regolazioni millimetriche del serraggio della scarpa: è facile da usare e un’ottima alternativa ai lacci tradizionali che, se non curati adeguatamente, possono essere stretti male compromettendo la sicurezza della scarpa. Sicurezza che nelle Ignite Disc viene amplificata da un’efficiente conchiglia al tallone e un fitting che – pur restando comodo – fascia il piede nella maniera corretta.

Naturale conseguenza di tutto ciò è che l’intersuola Ignite può esprimere le sue doti di elasticità e ritorno dell’energia al meglio.

Insomma, una scarpa che – come vedrai dal video con la recensione – si posiziona in una fascia di utilizzo davvero ampia e con doti di grande dinamismo. Al prezzo (interessante) di 130 €.

IN BREVE
Comodità
8.5
Estetica
8
Calzata
9
Tomaia
9
Suola
10
Peso Percepito
8.5
Protezione
9
Rapporto Qualità/Prezzo
9
CONDIVIDI
Sandro Siviero (detto BIG): vive, lavora, scrive e corre in una località sconosciuta a tutti, localizzata dall'intelligence in una non meglio definita area nelle terre di Mordor. Big è una sorta di entità grigia che tutto vede e tutto controlla. Essere mitologico, ai collaboratori di RunLovers è concesso vederlo solo in occasione delle festività nazionali della Papuasia e solo in fermo immagine. Cioè mentre corre.
 Qua dentro è quello che decide chi vive e chi muore e, per questo, noi lo amiamo di un amore disinteressato e spontaneo.

6 COMMENTI

  1. Grande recensione, come al solito!!! Vanno bene anche per i Runner sopra gli 80 kg Con ritmi non proprio altissimi?

  2. Ciao Sandro, mi è piaciuta la recenzione e vorrei provarla..ho sentito che tu hai il 44.5 ma in cm è il 29? te lo chiedo perchè io ho anche il 29, così posso ordinare subito la scarpa. Grazie

  3. In questo servizio hai una bellissima maglietta! Forse anche tu, come me, sei della categoria dei “gufi”, mi potresti dire dove l’hai acquistata ?
    Grazie

RISPONDI