What the FAQ! Le domande fondamentali sul running (e tutte le risposte)

CONDIVIDI

Possiamo scrivere 50.000 articoli qui su RunLovers ma, alla fine, in massima sintesi, le domande che vi vengono fatte (più o meno direttamente) sono quasi sempre le stesse. E, attenzione, non significa che siano noiose ma semplicemente sono le più sentite e quelle che necessitano continue risposte e conferme.

Si dice che chi corre non sia pigro. Beh, è una grandissima sciocchezza, infatti sono qui proprio per rispondere una volta per tutte a queste domande così che poi dovrò solo linkare questo articolo anziché rispondere. Non è una cosa meravigliosa l’internet? :D (Non è vero: continuate a scrivere! Mi piace tantissimo chiacchierare e confrontarmi ;)

Ma quali sono le domande? Eccole qui in un distillato di 4 anni di RunLovers e con risposte il più possibile esaustive e veloci.

Pronti? Via!

1. Cosa mangiare prima di correre?

Allora, partiamo dal presupposto che bisogna sempre mangiare prima di correre, anche quando si corre al mattino presto. Per quanto riguarda il “cosa”, generalmente è meglio preferire alimenti ad alto contenuto di carboidrati e facilmente digeribili. Un esempio su tutti? Due fette di pane tostato con la marmellata. Il pane tostato è molto digeribile e la marmellata contiene zuccheri che assimilerai subito e ti serviranno da benzina. Questo è solo un esempio, l’esperienza ti insegnerà quale sia il cibo perfetto per te.

Altri 4 consigli velocissimi: aspetta sempre almeno mezz’ora prima di uscire a correre; ricorda di bere e idratarti durante tutta la giornata; usa gli integratori solo se servono; alla fine dell’allenamento mangia cibi proteici (bastano anche un paio di fette di prosciutto) perché facilitano il recupero e la ricostruzione muscolare.

2. Che scarpe compro?

È una delle domande più frequenti. E la risposta è: compra la scarpa perfetta per te. Trovarla non è facile e la soluzione migliore è sempre andare in un negozio specializzato in running e provarle facendoti consigliare in base alle tue caratteristiche e all’uso che ne farai. Con l’aumentare della diffusione del running è aumentata anche la densità dei negozi: sono presenti in tutte le principali città d’Italia e, oltre alla vendita, molto spesso hanno la strumentazione e la preparazione per farti il test dell’appoggio. Generalmente si parte da lì per decidere qual è la scarpa giusta per te.

Io ho i miei modelli preferiti, ma sono i miei modelli preferiti. Sulla scarpa il giudizio è sempre molto soggettivo. Cerca anche tu il tuo. E poi cambialo. Ci sono centinaia di modelli, e tutti valgono.

3. Quale cardio-GPS comprare?

Ne esistono di tantissime marche e prezzi. Ma, per andare (quasi) sempre sul sicuro, concentrati su Garmin, TomTom, Polar e Suunto. I modelli partono da poco più di 100€ e possono superare i 500€; anche in questo caso potrai sceglierlo in base alle tue necessità. Generalmente le funzioni principali su cui focalizzarsi sono: possibilità di personalizzare gli allenamenti, presenza di sensore integrato o fascia cardio da allacciare al petto, display configurabile, presenza delle funzioni multisport, funzionalità di activity tracking e interfaccia con il cellulare. In alcuni modelli, salendo di prezzo, si arriva ad avere l’analisi di falcata, assetto, VO2max e altri valori specifici.

Diciamo che, se vuoi comprare un cardio-GPS di fascia media, dovrai mettere a budget dai 150 ai 300€.

Se poi vuoi che facciamo “nomi e cognomi”, qui trovi tutti i nostri consigli sui nostri prodotti preferiti.

4. Come faccio a correre più veloce?

C’è una sola parola che risponde a questa domanda: ripetute. Se hai appena iniziato a correre, dedicati agli allunghi, poi – man mano che migliorerai – specializzerai le sessioni di allenamento “di qualità” e passerai a diversi tipi di ripetuta in base all’obiettivo che vuoi raggiungere.

5. Come strutturo i miei allenamenti?

Questa è una delle domande più difficili a cui rispondere ma ti do qualche consiglio che è, alla fine quello che ripeto sempre.

Innanzitutto dovresti correre almeno 3 volte alla settimana. Uno di questi allenamenti dovrebbe essere sulla velocità e un altro dovrebbe essere un “lungo”. Ovvero bisogna fare almeno un lavoro specifico sulla resistenza e uno sulla velocità. Organizzati per fare un po’ di core stability per potenziare anche la parte alta del corpo e cerca di fare un po’ di cross training (va’ in bici o nuota).

Queste le linee guida principali ma, inoltre, non dimenticare di riposare: è importante quanto allenarsi.

6. “Ciao, è qualche giorno che ho un dolore che…”

Va’ dal medico. Non cedere alle lusinghe della diagnosi online: spesso e volentieri non funziona e non ne becca una. Solo uno specialista ti sa dire che cos’hai e ti può aiutare a curarti. Punto.

Su questo proprio non si discute.

7. Stretching e riscaldamento sono davvero importanti?

Risposta breve: Sì.

Risposta lunga: Il riscaldamento prima di correre è necessario perché adatta lentamente il tuo corpo allo sforzo che farai in allenamento. Partire come un missile da freddo può esporti a infortuni e sicuramente può rendere il tuo allenamento praticamente inutile.

Lo stretching è consigliato soprattutto dopo aver corso perché contribuisce a ridurre l’affaticamento muscolare e favorisce il recupero.

8. Il consiglio non richiesto

Un consiglio, non richiesto, che io do sempre è: divertiti! Non concentrarti troppo sull’agonismo, cerca di prendere la parte divertente della corsa e goderne appieno. È lo strumento che userai quando la motivazione sarà un po’ latitante. Il divertimento, quel benessere che ti rimane dopo la corsa è – a mio avviso – la cosa più bella del running.

CONDIVIDI
Sandro Siviero (detto BIG): vive, lavora, scrive e corre in una località sconosciuta a tutti, localizzata dall'intelligence in una non meglio definita area nelle terre di Mordor. Big è una sorta di entità grigia che tutto vede e tutto controlla. Essere mitologico, ai collaboratori di RunLovers è concesso vederlo solo in occasione delle festività nazionali della Papuasia e solo in fermo immagine. Cioè mentre corre.
 Qua dentro è quello che decide chi vive e chi muore e, per questo, noi lo amiamo di un amore disinteressato e spontaneo.

14 COMMENTI

  1. “Il divertimento, quel benessere che ti rimane dopo la corsa è – a mio avviso – la cosa più bella del running.”
    Parole sante!
    Bravo Sandro! Come sempre riesci a sintetizzare in modo semplice, veloce ed alla portata di chiunque concetti complessi, teorie scientifiche, noiosi trattati di fisiologia e chi più ne ha più ne metta.
    Ma soprattutto ci ricordi sempre che, alla fine, la cosa più importante di tutte è divertirsi e stare bene (che è la benzina che alimenta il nostro spirito e ci fa fare tutta questa benedetta fatica. Perchè correre è faticoso, altro che storie!!!)
    Grazie Sandro!

    • Grazie Alberto! Sei fin troppo gentile. Sono felice che ci siano persone che amano questo aspetto della corsa: è il motivo per cui siamo qui.
      (Il bonifico per i complimenti te lo faccio dopo, ok?! ;) )

  2. Mi aspettavo che tra le domande aggiungessi anche LA DOMANDA: ma il braccialetto come posso averlo????? 😊
    Grazie per i consigli utilissimo, sopratutto per chi come me è alle prime armi!

    • Ahahahahahah! Cacchio! Non ci avevo pensato. :D
      In realtà però la domanda sarebbe molto più diretta: “mi mandi il braccialetto?”

  3. Manca solo “come mi vesto d’inverno?” ihih
    Copiaincolla del link sempre in canna ma nel dubbio fissatelo in cima alla pagina effebííí

    • Ce ne sono tantissimi. Così su due piedi mi vengono in mente Maxi Sport e Verde Pisello ma ne puoi trovare davvero moltissimi. ;)

  4. Ecco perché corro : perferra sintesi ” divertimento ” “quel benessere che rimane dopo la corsa ” … però mi piacerebbe tanto correre con quel braccialetto!! Come posso averlo?

  5. Ciao a tutti :-)
    Io sono per “8.IL CONSIGLIO NON RICHIESTO: divertiti” tutta la vitaaaaaaa :-)
    Alla fine di una corsa, per quanto possa essere stanca, sudata o infangata, mi piace essermi divertita ed avere il sorriso sulle labbra……questo mi fa la corsa…..sentirmi felice ed in pace con il mondo….e con me stessa :-)
    Grazie Sandro per i tuoi preziosi consigli :-)
    Silvia

  6. Ciao a tutti :-)
    il consiglio non richiesto è quello che mi piace di più :-)
    Alla fine di una corsa, per quanto sudata o infangata che sia, mi piace dirmi “Però…..mi son proprio divertita” e la sensazione di pace col mondo dopo una corsa è una delle più belle che ci siano :-)
    Grazie Sandro per i tuoi consigli :-)
    Silvia

  7. Ciao! Sono capitata su RunLovers x puro caso…e stamattina alle 6.30 la mia prima corsetta….20 min per 2,400 mt….. grazie mille dei consigli…sono stati di ispirazione e seguire la community mi sarà di sicuro supporto perle mie corsette!!!!Smack
    Serena

  8. Ciao e intanto complimenti, sia per il sito sia per… il sito (nel senso: come è fatto, e quello che ci scrivete). Corro da pochissimo, 5 settimane, e dopo le prime tre a “raglio” cercando di non morire dopo 4 km, appena ho iniziato a sentirmi un pelo meglio ho sentito il bisogno di strutturare almeno un pochetto gli allenamenti. Seguo più o meno il programma di Sandro in 8 settimane per migliorare la velocità del principiante (adattato, usando le distanze della 4^ settimana ma allunghi e progressivo della seconda). Ok, vengo al punto: corro di mattina, tra le 7:30 e le 8:30. Mi alzo, sono in strada mezz’ora dopo, faccio 10 minuti di riscaldamento e parto con un primo chilometro davvero lento. Ecco: io non faccio colazione, bevo solo 2 bicchieri d’acqua appena alzato. Mi sento energico, bene, e corro con piacere. Poi faccio colazione quando torno, dopo la doccia. Davvero non va bene? Perché?
    Bé, mi scuso di questo pippone. Ciao e ancora complimenti!

    • Ciao Andrea, innanzitutto grazie per i complimenti. ;) Fare colazione (o comunque mangiare qualcosa) prima di correre è importante perché permette al tuo corpo di bruciare senza andare in riserva. Abbiamo scritto molti esempi su cosa mangiare prima di correre, ad esempio, qui ( http://www.runlovers.it/2013/cosa-mangiare-prima-di-correre/ ) trovi un po’ di spunti e approfondimenti. Buone corse! ;)

RISPONDI