10 buoni motivi per andare in bicicletta

CONDIVIDI

Da quasi cinque anni parliamo tutti i giorni di running, sempre più spesso parliamo anche di triathlon e nuoto e – chissà, visto che l’inverno è arrivato – magari un giorno parleremo pure di curling. Ma non oggi. Perché oggi parliamo di quanto sia importante e bello salire in bicicletta.

Certo, prima di salire bisogna possederne una ma, diversamente da quanto tu possa immaginare, non sempre l’acquisto di una nuova bici corrisponde allo svenarsi. Basta sapersi orientare bene in un mercato vastissimo tra nuovo e usato e, se hai bisogno di qualche dritta, ne abbiamo già parlato qui.

Veniamo a noi: perché dovresti salire in bici? Ecco 10 buoni motivi per cui il ciclismo, al pari della corsa, fa molto molto bene a tutti gli aspetti della nostra vita.

1. Fa bene al tuo allenamento

Se già corri, usare il ciclismo come attività di cross-training è utilissimo perché ti permette di sviluppare anche altri muscoli in aggiunta a quelli della corsa (a volte muscoli “competitivi”) che sono estremamente utili nel momento in cui arriva la crisi, la stanchezza, l’affaticamento muscolare. Per farti un esempio, è come avere una macchina con due motori: quello principale e uno secondario che entra in azione quando l’altro, da solo, non ce la fa.

Oltre a questo, essendo un’attività che si svolge prettamente in soglia aerobica, ci permette di continuare a migliorare la nostra endurance senza necessariamente andare a correre tutti i giorni.

2. Insegna la gestione della fatica

Quando pratichi una disciplina in cui lo sforzo è distribuito su più ore in quasi tutti gli allenamenti, impari molto bene e molto prima come si dosino le energie nell’arco di tutta la durata dello sforzo. E lo fai volente o nolente dato che può capitare di trovarsi a 40 Km da casa e non avere un briciolo di forza per spingere sui pedali.

Una volta acquisita questa capacità, sarai in grado di usarla in tutti gli sport (anche nel curling, qualora servisse).

3. Aiuta a dimagrire

Come dicevo prima, il ciclismo è uno sport aerobico ed è perfetto per chi vuole perdere peso. Un’ora di bicicletta consente di bruciare dalle 400 alle 500 calorie (in base alla difficoltà e all’intensità dello sforzo), chiaramente sempre associate a una dieta corretta e a una pratica costante.

4. Non fa male alle articolazioni

Non essendoci impatto con il terreno, le articolazioni non sono sollecitate. Inoltre, rafforzando la muscolatura di gambe e glutei, pedalare ridurrà anche la possibilità di incorrere in infortuni quando si corre. Non è meraviglioso tutto ciò?

5. Combatte la depressione

Come sai, tutte le attività aerobiche (anche la corsa) generano la produzione di endorfine e quindi la sensazione, dopo aver fatto sport, è di rilassatezza e benessere. Forse quello che non sai è che John Ratey (professore di psichiatrica alla Harward Medical School) ha visto suoi pazienti – che soffrivano di un’importante depressione – guarire dopo aver iniziato a pedalare.

6. Allunga la vita

Anche qui dobbiamo farci aiutare da chi ne sa di più. Infatti, secondo una ricerca pubblicata nel 2011 su Internationl Journal of Sport Medicine, i ciclisti professionisti che hanno partecipato al Tour de France hanno visto un aumento del 17% della loro longevita confrontata alla media. Non mi stupirei se, all’arrivo della prossima tappa, sentiremo il vincitore “Ne rimarrà soltanto unooooooo!” mentre sfodera una spada elettrificata.

7. Non ha controindicazioni

Non c’è nessuna controindicazione nel salire in bicicletta. Al massimo sentirai un po’ di fastidio al tuo sensibilissimo fondoschiena durante le prime uscite ma poi, non temere, passa tutto e non sentirai più nulla.

8. È adrenalinico

La velocità è una componente imprescindibile del ciclismo. Sentire il vento, vedere l’asfalto che scorre sotto alle ruote, il tachimetro che segna 40 chilometri all’ora, è un’esperienza bellissima.

Però attento a non esagerare: in discesa si possono raggiungere velocità considerevoli e bisogna sempre farlo in assoluta sicurezza e controllo (e sempre con il casco in testa).

9. Migliora la capacità respiratoria

Non è un mistero che la pratica del ciclismo migliori l’efficienza degli alveoli polmonari ma cosa significa? Significa che, quando ti alleni, rendi accessibile tutto l’albero respiratorio ottenendo una ventilazione polmonare più economica. Più ossigeno, meno fatica.

10. Fa molto figo

Tranquillo, non sono io a dirlo ma è una ricerca della British Heart Foundation. E il risultato è inequivocabile: “The test revealed that people think cyclists have a unique blend of intelligence, generosity and the cool factor”.
Occorre aggiungere altro?

Ma c’è anche un difetto

Purtroppo la bici ha anche un difetto, uno solo (a mio avviso): per praticarla serve tempo a disposizione. Infatti se per un allenamento di corsa serve un ora, per la stessa tipologia di allenamento in bici ne servono due.

Ma è divertente. E il weekend è dotato di mooooooolto più tempo. No?! ;)

CONDIVIDI
Sandro Siviero (detto BIG): vive, lavora, scrive e corre in una località sconosciuta a tutti, localizzata dall'intelligence in una non meglio definita area nelle terre di Mordor. Big è una sorta di entità grigia che tutto vede e tutto controlla. Essere mitologico, ai collaboratori di RunLovers è concesso vederlo solo in occasione delle festività nazionali della Papuasia e solo in fermo immagine. Cioè mentre corre.
 Qua dentro è quello che decide chi vive e chi muore e, per questo, noi lo amiamo di un amore disinteressato e spontaneo.

2 COMMENTI

RISPONDI