La Boston Marathon 2014 su Instagram

CONDIVIDI

Sentire il racconto di una maratona fatto da chi l’ha fatta è sempre una cosa emozionante. Vedere però cos’è una maratona attraverso le foto di chi l’ha corsa o di chi stava lì a guardarla e ad incitare chi la correva è un’altra cosa ancora. E se la maratona in questione  è poi quella di Boston edizione 118ª, quella ciò dopo l’efferato attentato dell’anno scorso, allora non ce n’è più per nessuno. Ecco quindi come l’ha vissuta chi era là, vista attraverso la lente del mezzo più immediato per condividere le emozioni visive: Instagram.

Buona visione.

CONDIVIDI
Giacomo Gobbo (detto Jack Lucarelli): di giorno veste i panni di un comune impiegato del catasto (o qualcosa del genere), uscito dal luogo di lavoro si cambia all'interno di una cabina telefonica e veste i panni di un Runner. L'avvento dei cellulari gli ha complicato enormemente la vita in quanto non trova più cabine all'interno delle quali cambiarsi. E i parcheggi delle aree di servizio sono luoghi per scambisti quindi l'operazione risulta essere altamente pericolosa. Ogni tanto parte in missione per conto di diomede, suo vicino di casa, e va a correre maratone e gare di trail di lunghezza spropositata. Ha un'insana passione per le storie sulla corsa e tende a riproporle, anche qui dentro, conciliando il sonno del pubblico.

COMMENTA PER PRIMO!

RISPONDI